Flash mob: "per non dimenticare"

Tante le iniziative svoltesi ieri per la "giornata della memoria", a Capo d' Orlando un flash mob per ricordare, in un linguaggio nuovo e moderno gli orrori dell' Olocausto.

Flash mob “per non dimenticare”, così hanno scelto di celebrare la “giornata della memoria”, gli allievi dell’Istituto Comprensivo n.2 di Capo d’Orlando.
Ieri mattina, gli alunni si sono ritrovati in P.zza Matteotti, intonando un canto che i bambini ebrei cantavano  nei lager, prima di entrare nelle camere crematorie. Il canto scritto da Elie Botbol è intitolato “ Gnam gnam  e riprende il quarto versetto del testo ebraico  del Salmo 23. La regia del flash mob  è stata affidata a  Piero di Maria.
 La manifestazione è stata fortemente voluta dalla dirigente scolastica Antonina Milici e da tutti gli insegnanti che in sintonia hanno trovato un modo innovativo per “ricordare  e non dimenticare”.
In seguito, i ragazzi si sono spostati nella sala consiliare del Municipio, dove hanno partecipato al convegno “ Ricordo e buon uso della memoria”. L’incontro si è aperto con la visione di alcuni passi significativi del film di Benigni “ La vita è bella”.
Ne è scaturito un dibattito sugli orrori dell’Olocausto che non devono essere dimenticati.
A fare gli onori di casa è stata l’assessore alle Pari Opportunità di Capo d’ Orlando, Cettina Scaffidii che ha sottolineato l’importanza di questa giornata e della realizzazione di queste iniziative.  La stessa cosa è stata fatta dalla dirigente scolastica Antonina Milici che ha rimarcato il fatto che è più importante “fare” più che ricevere dalla trasmissione di altri per meglio comprendere temi così delicati.
La mattinata si è conclusa con un corposo intervento del prof. Massimo Longo Adorno dell’Università degli Studi di Messina, che ha trattato il tema dell’Olocausto nelle sue più svariate sfaccettature.