Il Corriere dei Nebrodi si scusa con l'Associazione Culturale Cresta

Riportiamo la mail del direttivo dell'Associazione culturale e dimostrazione delle nostre intenzioni soltanto collaborative. Nulla di quello che appare sul Corriere dei Nebrodi (compreso l'articolo al centro della questione e tolto dall'editore) vuole essere nelle intenzioni offensivo o diffamatorio. Vista la reazione, le intenzioni non sono state rispettate. Come editore, ci scusiamo con l'associazione e tutti coloro che, nel territorio, si siano sentiti offesi dalla pubblicazione.

L’indignazione dell’Associazione Socio – Culturale Cresta.

La nostra Associazione gode di un nome e di cognome proprio, ossia “Associazione Socio – Culturale Cresta”, formata da circa 80 famiglie animate da sani valori e da nobili principi.
La stessa nasce per rispondere a specifici bisogni di aggregazione di una comunità, quasi sguarnita di punti di incontro per le famiglie.
L'associazione non è asservita a nessun colore politico, è libera e si autogestisce con le piccolissime quote mensili che i soci provvedono a versare.
Siamo riconoscenti all’Amministrazione Comunale che, accogliendo la nostra iniziativa, ci ha messo a disposizione il locale della vecchia scuola elementare.
Detto questo, Vogliamo sottolineare che ci siamo sempre adoperati nel promuovere su tutto il territorio eventi e manifestazioni di ogni genere: culturali, turistici, sociali, di sensibilizzazione e prevenzione, rispondendo agli obiettivi previsti dal nostro statuto.
E, appunto, l’ultima manifestazione datata 28 MAGGIO 2017 si è svolta sulla spiaggia di Ponte Naso con la festa degli aquiloni il cui titolo recitava: ”Oltre i Confini”.
Tante famiglie con bambini hanno condiviso con Noi Soci momenti di divertimento e di convivialità.
E’ stato infatti un tripudio di colori, di risate e di ritorno all’infanzia anche per Noi adulti.
Ahimè, è la Nostra gioia è durata poco!!!
La sera dopo l’amara notizia: QUALCUNO scriveva un articolo documentando con foto (lo stesso soggetto fotografato più volte da diverse angolazioni) un ambiente e dei rifiuti che Noi sconosciamo CON FORZA.
Ci feriscono gravemente le PESANTI accuse che si traducono in vandali, incivili, irrispettosi per l'ambiente che NOI invece viviamo, valorizziamo e promuoviamo.
Tali accuse non non ci appartengono.
Per quale motivo vi chiederete?
Proprio perché alla fine dell’evento, CIASCUNO DI NOI e sottolineo CIASCUNO, sorretto da un altissimo senso civico, si è curato di raccogliere ogni minimo rifiuto, di riempire un sacco nero, sigillarlo accuratamente e depositarlo nel bidone deputato a tale scopo.
Delle domande ci sorgono spontanee: CHI HA SENTITO IL BISOGNO DI DENIGRARE UNA ASSOCIAZIONE PRIVA DI INTERESSI DI QUALSIASI NATURA COME LA NOSTRA?
CHI HA SENTITO IL BISOGNO DI ETICHETTARE LE NUMEROSE FAMIGLIE CHE HANNO PARTECIPATO ALL'EVENTO QUALI INCIVILI ED IRRISPETTOSE?

A tal riguardo l’ASSOCIAZIONE indignata per le accuse ricevute, si riserva di agire nelle sedi opportune a tutela del proprio buon nome riconosciuto tale dall’intera Comunità, esigendo PUBBLICHE SCUSE.

NASO , 30/05/2017
IL DIRETTIVO

1 commenti

associazione socio culturale cresta :
La ringraziamo profondamente per la professionalità dimostrata, a questo punto anche per noi la questione è chiusa e speriamo di poterLa conoscere presto, magari durante uno dei nostri eventi. Cordialità, il Direttivo. | mercoledì 31 maggio 2017 12:00 Rispondi